20 Aprile 2018
percorso: Home

La scuola

Bacchisio Raimondo Motzo
Storia
L'istituzione scolastica, nata dal distacco dal Liceo “Brotzu” (nell'anno scolastico 2009-2010 con delibera n. 4/9 del 20.01.09 della Regione Autonoma della Sardegna per la razionalizzazione della rete scolastica), costituisce nel territorio di Quartu Sant'Elena una realtà nuova e qualificante che integra la tradizione umanistica del Liceo Classico, già attivo dal 1989/90, con l'orientamento giuridico, economico e sociale del Liceo delle Scienze Sociali (istituito a Quartu S.Elena nel 2001/2002) denominato poi Liceo delle Scienze Umane con indirizzo economico sociale, cui si sono aggiunti il Liceo delle scienze umane, opzione tradizionale, e il Liceo Linguistico, con l'apertura all'Europa e allo studio delle lingue, approvati in seguito alla delibera collegiale del 18/05/2010 .
Il Liceo copre un bacino di utenza ampio che comprende la città di Quartu Sant'Elena e le zone limitrofe: Flumini, Quartucciu, Selargius, Maracalagonis, Sinnai, Settimo San Pietro, Villasimius, Burcei, San Vito e la stessa città di Cagliari.
Con un'offerta formativa articolata su quattro indirizzi e su iniziative volte all'ampliamento della stessa, il Liceo è in grado di soddisfare la domanda diversificata di formazione e di istruzione che proviene da un'utenza socialmente stratificata, di promuovere una cultura ampia finalizzata all'inserimento con successo nel mondo universitario, di contribuire alla lotta contro la dispersione scolastica.

Intestazione

Nella ricerca di un nome cui intestare la scuola, il Collegio, su proposta dell´allora Dirigente Scolastico, prof. Luciano Carta, si è orientato per un intellettuale sardo di grande ingegno e vasta cultura, maestro dell´Università cagliaritana della prima metà del Novecento, tra i padri fondatori della Facoltà di Lettere e Filosofia e, in seguito, della Facoltà di Magistero.
Storico e filologo di fama mondiale, il prof. Bacchisio Raimondo MOTZO (Bolotana1883 - Napoli 1970) fondò nel 1934 la rivista Studi Sardi e diede lustro nel secondo dopoguerra alla Facoltà di Lettere di Cagliari, permettendo che vi insegnassero intellettuali di spicco quali Bianchi Bandinelli, Geymonat, Venturi, Petronio. Abbandonato nel ‘24 l´abito sacerdotale dopo essere stato sospeso “a divinis” dal Sant´Uffizio per aver collaborato alla Rivista di Scienza delle Religioni, dedicò tutta la vita alla ricerca, allo studio e all´insegnamento col rigore e la competenza che lo contraddistinsero. Nel ´58 lo Stato italiano gli conferì la medaglia d´oro per i benemeriti della scuola, della cultura e dell´arte.

Il LOGO della scuola è scaturito dal concorso bandito tra gli alunni in memoria del prof. Lucio Melis, docente di Linguaggi non Verbali Multimediali, deceduto prematuramente.



[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata